Funzionalità vocale

Studi clinici e osservazioni del cervello, condotte dalla moderna neuroscienza su pazienti afasici, hanno dimostrato l'efficacia di metodi che si fondano sulla potenza e il valore del suono e della musica.

Questi, infatti, sollecitano e stimolano il lobo destro (conservato nei casi di afasia) che, attivato, è in grado di compensare e assolvere le funzioni tipiche del lobo sinistro che presiede al linguaggio. Il Metodo di Funzionalità Vocale si fonda principalmente sull'ascolto e, rivolto a persone che sperimentano drammaticamente e quotidianamente la chiusura relazionale, laddove non ci sembra più nulla da ascoltare, risulta essere una premessa fondamentale e necessaria.

 Il Metodo di Funzionalità Vocale sollecita il sistema vocale, che possiede competenze molto arcaiche non attivabili a comando, concentrandosi sull'innata capacità e attitudine delle funzioni vocali di riflesso di attivarsi.

 Amplia la gamma delle possibilità espressive, incentrandosi sulle potenzialità sensoriali della persona, in un approccio che consente l'espressione senza giudizi e preconcetti e che supera di fatto le consuete e restrittive forme di comunicazione.

 Nella relazione con l'altro non c'è interferenza nè manipolazione, ma accoglimento e promozione della libera espressione.

 La persona afasica riscopre un suo ruolo attivo e rivive la possibilità di essere interlocutore.

 

Marco Belcastro è musicista, cantante e compositore. E' specializzato in funzionalità vocale e da anni collabora con noi come esperto vocale per la rieducazioneal suono ed alla vocedi persone colpite da trauma cerebrale o da coma.